Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Ulteriori informazioni

Immergersi ad ustica

Il Secchitello

Il Secchitello

Vedi la gallery

Tipo immersione: Secca / Pinnacoli

Livello: Alta

Brevetto minimo: Advanced / Deep

Profondita: 24/50 mt
Correnti: Forti, Costanti e frequenti


Considerata l’immersione più impegnativa di tutta l’isola, per la discesa nel blu e la profondità, il Secchitello si pone su un fondale detritico/sabbioso esteso sulla batimetrica dei 40/60 m da cui si innalzano una serie di pinnacoli rocciosi di imponenti dimensioni raggruppati  gli uni con gli altri a formare un’unica secca.

Il sito offre guglie con diversa morfologia e si estende abbondantemente in larghezza verso il fondo. E’ possibile, a volte, ammirarne la fusione alla base delle stesse e contestualmente godere della visione di scenari di rara bellezza, con pareti verticali colonizzate da vita diversa.

Il Secchitello è il luogo dove primeggia la vita bentonica, anche se in estate, talvolta, le alghe mucillagginose ne nascondono il fascino ricoprendo la roccia e il coralliggeno.

Una moltitudine di alche brune e rosse popola la roccia in cima ai pinnacoli, con presenza stagionale di sargassi; scendendo di quota si cede il posto a gorgonie rosse (Paramuricea clavata), gorgonie gialle (Eunicella cavolinii) e diverse ramificazioni di Savalia savaglia.

In ambiente pelagico, cioè in acqua libera, lo spettacolo è unico: banchi di barracuda e dotti, oltre a grosse ricciole, sono una presenza praticamente costante, con caroselli di pesce di grosse dimensioni unici nel Mediterraneo.

Occasionalmente si avvistano anche dentici di buona pezzatura, abbastanza fiduciosi, mentre saraghi fasciati e salpe quasi si ignorano per le troppe cose da osservare. Castagnole nere e rosa rendono l’atmosfera ancor più ricca a ridosso delle rocce, con i loro sciami fitti che si spostano all’unisono.

Prestando attenzione al microcosmo, tra le gorgonie si trovano molti pesci di taglia più piccola e grossi scorfani rossi ben celati. Una particolarità sono poi gli alcionari (Alcyonium acaule), di difficile individuazione, e la splendida stelle gorgone, Astrospartus mediterraneus, un ofiura di bellezza straordinaria.

L’immersione segue rigorosamente un percorso pianificato dalla guida e che sarà variato ed adattato in funzione del livello di certificazione ed esperienza.

Va evidenziato che l’immersione non è sempre possibile in quanto condizionata da correnti, altezza d’onda ed altri fattori che devono essere valutati anche al momento.









* testi tratti da "La Rivista - Speciale Ustica", edizione 2010

Torna indietro
Mostra tutte le zone